Skip links

Benedizione del Visitor Center di Saxum

Share

Il 1 ° marzo 2019  l’arcivescovo Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, ha benedetto le strutture del Visitor Center di Saxum. Era presente il vicario generale dell’Opus Dei Mariano Fazio e molti cristiani locali e membri di comunità religiose.

Durante la cerimonia solenne, l’arcivescovo Pizzaballa ha commentato: “La mia speranza è che questo centro aiuti molti pellegrini a comprendere la realtà di Gesù. Non può sostituire la visita ai Luoghi Santi. Non può sostituire il nostro difficile viaggio con la Parola di Dio. Ma può essere un buon aiuto per coloro che iniziano la loro esperienza con Gesù.”

Ha continuato, “Questo è uno strumento meraviglioso, ma la cosa più importante è la testimonianza che diamo personalmente. Il mio augurio per ciascuno di noi è di poter essere i primi ad avere l’esperienza di Gesù, tu ed io, e tutti i cristiani – che ciascuno di noi che vive la Terra Santa possa essere testimone così come lo furono i discepoli sulla via di Emmaus, che corsero indietro per dire: “Abbiamo visto il Signore”».

Mons. Fazio, che è venuto a nome di mons. Fernando Ocariz, il Prelato dell’Opus Dei, ha dichiarato: “Spero che questo sarà un luogo di approfondimento nella preghiera e nella conoscenza. San Josemaría ha detto che il nemico di Dio, è soprattutto l’ignoranza, e spero che questo sia un luogo di conoscenza, di pace e di dialogo.”

Mentre l’arcivescovo attraversava, benedicendo le diverse stanze del Centro visitatori, si è soffermato con un sorriso quando aprirono la porta del computer e della sala server, dicendo: “Ah sì, è molto importante benedirli.”

Poiché durante la maggior parte della settimana è piovuto a dirotto, i partecipanti si sono sentiti sollevati quando il sole ha attraversato le nuvole per brillare brevemente durante la cerimonia. Erano presenti una grande varietà di cristiani provenienti dalla Terra Santa, inclusi membri delle comunità religiose circostanti ad Abu Ghosh e Gerusalemme, e cristiani di Gerusalemme, Betlemme, Nazareth e Haifa. I presenti hanno gustato alcuni spuntini offerti dopo la cerimonia e hanno avuto la possibilità di salutare amici e conoscenti durante questa felice occasione.

Return to top of page